[[Slogan]]
POLITiS Studienkreis

POLITiS kurz & bündig 1/2017

Vollgeld. Die Geldschöpfung in öffentlicher Hand.

Thomas Benedikter

Würden Sie einem System zustimmen, in dem der größte Teil des von allen benutzten Geldes durch private, profitorientierte Unternehmen hergestellt und in Umlauf gebracht wird? Nein? Doch genau so funktioniert unser heutiges Geldsystem. Über 90% unseres Geldes ist elektronisches Buchgeld, das von den Banken geschöpft wird. Dieser Umstand hat weitreichende und gravierende Folgen. Dabei ist die Geldschöpfung eigentlich eine öffentliche Aufgabe. Die Alternative heißt: Vollgeld. Dazu hat POLITiS-Mitarbeiter Thomas Benedikter eine neue Broschüre erstellt. Vollgeld – Die Geldschöpfung in öffentlicher Hand.(68 Seiten, mit Grafiken und Tabellen)
Hier frei herunterladen (erscheint demnächst auch in gedruckter Fassung)

Moneta intera - La creazione del denaro in mano pubblica

Prefazione: Paul Köllensperger
ARCA edizioni, Lavis
ISBN: 978-88-88203-70-6
Euro 10,00, 128 pagine, 15 x 21 cm
In tutte le librerie da metà dicembre 2017

Nel 2018 la Svizzera con referendum nazionale voterà su un’iniziativa popolare che potrebbe rivoluzionare il suo sistema monetario: la “moneta intera” (Vollgeld). Questa riforma punta a togliere alle banche private il potere di creare moneta e di attribuire alla Banca nazionale (centrale) il monopolio di creare denaro, incluso quello scritturale-elettronico. Si passerebbe dalla moneta bancaria (creata dalle banche) alla moneta interamente pubblica, creata e messa in circolazione da un’autorità statale, cioè dalla Banca centrale. Questo concetto, nell’area germanofona battezzato “Vollgeld”, in italiano è stato denominato “moneta intera”, cioè denaro a corso legale esteso a tutte le forme di denaro in uso: monete, banconote e denaro elettronico-scritturale, cioè quella forma di denaro oggi di gran lunga più utilizzata nelle economie moderne.
La moneta, infatti, è un bene pubblico e la messa in circolazione del denaro è un servizio a favore di tutti cittadini. Il ricavato dalla creazione del denaro spetterebbe alla collettività, non a banche private. Le banche non sono tenute a perseguire interessi macroeconomici, tanto meno sociali. Demandare loro il compito, essenziale per la collettività, di creare moneta è inaccettabile. La moneta intera ristabilisce il carattere fondamentalmente pubblico del sistema monetario con enormi vantaggi in termini di stabilità, sicurezza ed equità.
Come funziona tale sistema? Quali benefici, quali effetti, quali perplessità? Potrebbe essere introdotto anche nell’Eurozona? Questo lo spiega l’economista Thomas Benedikter nel nuovo volume “Moneta intera – La creazione del denaro in mano pubblica”, il primo libro in lingua italiana su questo argomento, importante per la prossima grande riforma del sistema monetario.